Sostienici

 

Premesso che

nessuna persona è autorizzata dall'Associazione alla raccolta di fondi ne per contanti ne con richiesta di versamenti in conti correnti postali

 

coloro che desiderano effettuare donazioni in favore della Associazione Volontari Ospedalieri di Arezzo, possono:

 

  • Consegnare somme in CONTANTIESCLUSIVAMENTE presso la Segreteria della Associazione in Arezzo, Via Pietro Nenni, 20 (Ospedale S. Donato). L'Associazione provvederà ad effettuare per conto del donante, ai fini della tracciabilità qualora si voglia usufruire delle agevolazioni fiscali, un versamento con causale nel conto della stessa.

  • Inviare o consegnare presso la Segreteria dell’Associazione in Arezzo, Via Pietro Nenni, 20 (Ospedale S. Donato) un ASSEGNO BANCARIO o CIRCOLARE  intestato a  “Associazione Volontari Ospedalieri – Arezzo  -  NON TRASFERIBILE";

  •  Effettuare un BONIFICO sul C/Corrente    - IBAN  “IT16E0539014198000000091500”  con causale “ Donazione per sostegno alla associazione” oppure  "Donazione per acquisto libri pediatria";

  • Far pervenire alla Associazione BENI DÌ CONSUMO o STRUMENTALI , accompagnati da una distinta analitica o bolla di accompagnamento e scontrino fiscale deducibile come sotto indicato. In merito dovranno essere presi accordi con la Segreteria della Associazione sul luogo e data di consegna.

 

L’ A.V.O. – Associazione Volontari Ospedalieri di Arezzo è  iscritta nel Registro Regionale del volontariato al n.46 con decreto 782 del 25/08/94 e che, in quanto Organizzazione di Volontariato, la stessa è ONLUS di diritto (art. 10, cap. 8 del D.Lgs 460/97).

 

- Erogazioni in denaro effettuate da persone fisiche :

 

LEGGE 6 luglio 2012 , n. 96 – art. 15

 omissis

3. Dopo il comma 1 dell'articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, e' inserito il seguente:

«1.1 Dall'imposta lorda si detrae un importo pari al 24 per cento, per l'anno 2013, e al 26 per cento, a decorrere dall'anno 2014, per le erogazioni liberali in denaro, per importo non superiore a 2.065 euro annui, a favore delle organizzazioni non lucrative di utilita' sociale (ONLUS), delle iniziative umanitarie, religiose o laiche, gestite da fondazioni, associazioni, comitati ed enti individuati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, nei Paesi non appartenenti all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). La detrazione e' consentita a condizione che il versamento di tali erogazioni sia eseguito tramite banca o ufficio postale ovvero mediante gli altri sistemi di pagamento previsti dall'articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e secondo ulteriori modalita' idonee a consentire all'Amministrazione finanziaria lo svolgimento di efficaci controlli, che possono essere stabilite con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze da emanare ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400».

omissis

 

- Le agevolazioni fiscali per le imprese sono sempre deduzioni e si differenziano in base alla natura della donazione che può riguardare denaro, beni o costi di personale per servizi.
Erogazioni liberali in denaro o natura : deduzione pari al 10% del reddito dichiarato fino ad un massimo di € 70.000 annui o , per le sole erogazioni in denaro, deduzione totale dal reddito d’impresa, nei limiti di € 2.065,83 o del 2% del reddito d’impresa dichiarato
Cessione gratuita alle ONLUS di derrate alimentari e prodotti farmaceutici esclusi dal circuito commerciale : tali cessioni non costituiscono ricavi
Cessione gratuita di beni diversi da derrate alimentari e prodotti farmaceutici a condizione che siano beni a cui è diretta l'attività dell'impresa: tali cessioni non costituiscono ricavi fino ad un ammontare di € 1.032,91, tale somma deve concorrere alla determinazione del limite di € 2.065,83 o del 2% del reddito dichiarato

 

L’ A.V.O. – Associazione Volontari Ospedalieri di Arezzo dichiara altresì di possiede tutti in requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti dalla normativa in vigore, comprese la tenuta di contabilità adeguata e la predisposizione del bilancio.